CONDIVIDI

Geopoeta, scrittore, autore di reportage, traduttore. In editoria dal 1984 (prima in quella musicale come autore di libri, giornalista per riviste, quotidiani, RAI DSE e RADIO POPOLARE, label manager Rykodisc Europe), nel 2004 dopo anni di viaggi ed elaborazione di uno stile capace di incorporare la relazione con il territorio nella narrativa di viaggio, esce da BaldiniCastoldi con I Diari di Rubha Hunish (recentemente ripubblicato in edizione espansa con inediti), seguito da La valle di Ognidove, La strada era l’acqua, La musica della neve, Scrivere la natura, Camminando. Da questi libri ha tratto spettacoli letterari-musicali, oltre che l’ossatura delle sue camminate geopoetiche, anche di più giorni, tra i primi autori italiani a virare decisamente in questa direzione. Nel 2009 la RSI Tv Svizzera Italiana gli ha dedicato il documentario di Fabio Calvi La Sapienza di Davide. Parole in cammino e dopo varie esperienze di reportage per magazine come Specchio, Rivista della Montagna, Diario, GQ, dal 2013 è firma del Corriere della Sera (dorso di Bergamo), anche con la rubrica del venerdì “sentieri d’autore”. Considerato tra i più importanti traduttori di Jack London, ha curato oltre venti classici e lavorato con poeti nativi Lance Henson e John Trudell. Dal 2012 al 2014, insieme a Franco Michieli ha realizzato La Via dei Silter, cammino (e libro) di settanta chilometri nell’Area Vasta Val Grigna in Lombardia per ERSAF, basato su prinicipi geopoetici. Dal 2016 sta sviluppando un progetto geopoetico per il Nordland National Parksenter nel Nordland, il primo nel suo genere. Nel settembre 2017 uscirà per Bolis Ed, nella nuova collana Genius Loci, un lungo racconto inedito ispirato a eventi storici e artistici della città di Bergamo. Lo sviluppo del “laboratorio geopoetico” è affidato alla collaborazione con Alpes, che dura dal 2012.

 

Sarà presente ai seguenti eventi: