CONDIVIDI

Mi chiamo Edoardo Bono, sono nato a Torino nel gennaio del 1989.

Dopo il diploma di maturità scientifica mi sono laureato al Politecnico di Torino in Ingegneria gestionale e mi sto laureando presso l’University of Leeds in un master di Water Sanitation and Health Engineering. In questo momento sto impostando con la University of Leeds un dottorato di ricerca nella School of Civil Engineering riguardante l’impatto dei progetti di Water and Sanitation che sto portando avanti in Madagascar, all’interno dei processi di sviluppo globale.

La scelta di indirizzo dei miei studi e della mia vita, è avvenuta per il concatenarsi di una serie di eventi che hanno caratterizzato i miei primi 28 anni di vita.

Sono nato in una famiglia nella quale, appena era possibile accantonare per un po’ i rispettivi impegni di studio e di lavoro, si partiva. Per un luogo vicino o lontano non importava: l’importante era partire per conoscere i luoghi, le persone… per esplorare. Così, fino ad ora ho visitato 25 paesi diversi in 4 continenti.

Mi rivedo, ancora bambino, impegnato in interminabili discorsi con cambogiani, laotiani, birmani, americani, indiani, cubani …. con i quali, pur non conoscendo ovviamente la lingua, cercavo di entrare in contatto spinto da una incontenibile curiosità.

Nel 2011 sono arrivato in Madagascar e ne sono rimasto affascinato. Quel viaggio ha cambiato la mia vita e la mia identità. Inizialmente ero rimasto affascinato dalla popolazione, dai luoghi, dal colore del mare, dalla incredibile varietà di pesci, dal rosso dei tramonti africani. Non appena potevo tornare in quei luoghi prenotavo un aereo e andavo da solo a rincontrare i miei amici. Così ho imparato a viaggiare in un modo diverso e a guardare le cose con un occhio più critico, provando sulla mia pelle quelli che sono i problemi del terzo mondo e non limitandomi a apprezzare le meraviglie e le diversità.

Nel 2014 ho fondato una Onlus, H4O, Help for Optimism, che ha lo scopo di portare avanti dei progetti di sviluppo globale sostenibile nelle isole di Nosy Komba e Nosy Iranja, nel nord-ovest del Madagascar.  Questa iniziativa  ha condizionato anche il mio percorso universitario perché il master che sto portando a termine presso l’University of Leeds mi ha fornito una buona base scientifica e metodologica per la piena riuscita dei progetti di H4O, oltre a collaborazioni di eccellenza.

L’attività della Associazione è cominciata con un progetto di formazione di una squadra di muratori per specializzarli nella costruzione di bagni privati annessi alle capanne, condizione indispensabile per limitare la trasmissione delle malattie oro-fecali e tutti i problemi di privacy e sicurezza connessi. Altri progetti si sono poi succeduti come la fabbricazione di dentifrici, di saponi disinfettanti, di cioccolato …

In questi ultimi anni la mia vita si divide fra  l’Inghilterra, per gli impegni con la University of Leeds, e il Madagascar, dove c’è il mio lavoro, la mia passione e il mio cuore. Negli ultimi 3 anni ho passato quasi la metà del tempo in Madagascar. Ho imparato la lingua locale, le abitudini, le tradizioni, e credo e spero di saper rispettare il loro modo di vivere dando il mio piccolo contributo per cambiare le cose.

 

Sarà presente ai seguenti eventi: