CONDIVIDI

All’inizio degli anni anni ottanta, a Brescia, prendono forma i Precious Time che cambieranno nome in Timoria. Omar Pedrini, oltre ad essere il chitarrista e leader, è autore dei testi e delle musiche. Nel 1993, dopo aver lavorato incessantemente, esce “Viaggio senza vento”. Il lavoro viene da loro ritenuto il migliore, grazie alla sua importante forma di concept album e alla presenza di ospiti famosi come Eugenio Finardi, Mauro Pagani e Candelo Cabezas. Molto successo ottengono soprattutto i singoli “Senza vento”, un vero e proprio inno generazionale, e “Sangue impazzito”, forse il brano più rappresentativo della discografia del gruppo. Segue un tour lunghissimo, 90 date in dieci mesi, che permette ai Timoria di farsi ascoltare da quasi 200 mila persone. Nel 2002, si conclude l’esperienza con i Timoria ed inizia il nuovo percorso artistico. Nel 2004 Omar Pedrini debutta da solista al Festival di Sanremo con “Lavoro inutile”, ricevendo il premio speciale per il miglior testo. Dopo il festival esce il suo secondo CD da solista “Vidomar”. Nel giugno del 2004 è costretto ad interrompere ogni attività a causa di una delicata operazione subita dopo un aneurisma aortico. Nell’estate 2005 i medici gli danno il permesso di tornare ad esibirsi e dopo molti mesi di inattività riprende i live in acustico tornando a collaborare con altri componenti dei Timoria. Il 23 giugno 2010 esce un nuovo album intitolato “La capanna dello Zio Rock”, descritto dallo stesso Pedrini come un ‘bel discone’ con tutto il meglio dei Timoria più alcuni inediti. Nel 2011 è in tour con la sua band e realizza la title track della colonna sonora del film “Il figlio più piccolo” di Pupi Avati, in cui interpreta anche un cameo. Nel 2014 l’uscita dell’album “Che ci vado a fare a Londra?” un album fortemente influenzato dal registrato a Manchester dopo un incontro con Noel Gallagher e il produttore degli Oasis. A distanza di tre anni, nel 2017, viene pubblicato il nuovo album “Come se non ci fosse un domani” che segna un “nuovo inizio” nella vita di Omar Pedrini.

 

Sarà presente ai seguenti eventi: