Carlos Solito

CONDIVIDI

Carlos Solito è un narratore pugliese la cui espressione artistica avviene attraverso la scrittura, la regia e, soprattutto, la fotografia. Collabora per numerosi magazine e quotidiani italiani ed esteri. Già autore (sceneggiatore e regista) di videoclip musicali, docufilm (Québec my version, All’Anm) e cortometraggi (Il fiume giovane, Mare d’argento ), per il suo “tachicardico” andirivieni cura per la rivista Vanity Fair la rubrica di viaggi e incontri umani Tachicardia. Insignito di vari riconoscimenti giornalistici e fotografici – tra gli ultimi il Mare Nostrum Awards, il Premio Viaggiautore, il Premio Oliofficina – con la sua fotografia, scrittura e video racconta, tra transumanze creative, un Sud Italia lontano dalle rotte e dalle logiche comuni ai più. Nel 2011 ha esposto a Lecce e a Venezia presso la 54^ Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia nel Padiglione Italia e, ancora, sue mostre fotografiche (e altri suoi lavori) sono state esposte ad Amsterdam, Parigi, Montréal, New York, Shanghai, Berlino, Sidney, Bogotá, Praga, Milano, Roma, Napoli e altri luoghi d’Italia. Già “scovato” anni fa da Franco Dragone (tra i padri de Le Cirque du Soleil e produttore del suo docufilm Québec, my version nel 2012), Carlos Solito è interpellato da enti governativi (Ministeri per il Turismo) per documentare e raccontare, attraverso la realizzazione di campagne fotografiche e spot pubblicitari, i genius loci e le bellezze turistiche dei rispettivi territori. Tra i vari incarichi quello del Québec, della Giordania e, nel 2013, in occasione dell’Anno della Cultura Italiana in USA, quello dell’agenzia NYCGO per raccontare le realtà delle Little Italy tra il Lower Manhattan, Brooklyn e Bronx. Diversi sono i libri (narrativa, fotografici e guide) pubblicati in Italia e all’estero per White Star, National Geographic, Mondadori, Elliot, Touring Club Italiano, Versante Sud, Giunti, Skira, Rizzoli, Sitcom/Marcopolo, San Paolo/Famiglia Cristiana, Editoriale Domus, Carsa, Massa, Adda, Besa e altri. Tra i vari: il romanzo Sciamenesciá (Elliot Edizioni) e Montagne (Elliot Edizioni) curato e scritto insieme a Dacia Maraini, Paolo Rumiz, Maurizio Maggiani, Andrea Bocconi e Andrea Gobetti. Inoltre ha curato l’apparato fotografico di libri come Atlante degli oli italiani (scritto da Luigi Caricato) di Mondadori; Basilicata, narrazioni di paesaggi(insieme alla Società Geografica Italiana) di Touring Club Italiano; Nel blu(di Oscar Farinetti) di Feltrinelli. In occasione di EXPO 2015 Milano ha firmato le fotografie dello spazio Eataly di Oscar Farinetti, collaborato all’organizzazione di eventi nel padiglione The Water Stone di Intesa San Paolo, curato la direzione artistica del progetto (da lui stesso ideato) Nel nome del Padre, storie di grano e di terra nel Cluster Cereali e Tuberi per la holding Casillo Group. Per la Regione Sardegna e la Sardegna Film Commision ha firmato una mostra sui centenari dell’Ogliastra al Teatro Massimo di Cagliari e Museo MAN di Nuoro. In uscita, anche, il suo nuovo cortometraggio Paride realizzato in Basilicata in collaborazione con la Lucana Film Commision andato in onda su RAI Movie. A marzo 2018 scorso è stata inaugurata, nell’importantissima cornice di Villa Pisani/Polo Museale Veneto a Venezia, una mostra sul Paesaggio Italiano insieme ai grandi fotografi internazionali italiani Franco Fontana, Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico e Mario De Biase. Lo scorso gennaio in occasione dell’apertura delle celebrazioni di Matera Capitale Europea della Cultura, nel Polo Museale della Basilicata, a Palazzo Lanfranchi, ha inaugurato la sua mostra fotografica MATER(i)A P(i)ETRA dedicata al dialogo ideale tra le due rock city Matera e Petra gemellate Unesco. Da poche settimane, per Sperling & Kupfer, è in libreria col suo nuovo romanzo La ballata dei Sassi.